fbpx

Infanzia

Infanzia

Back to school. Per un ritorno a tutta forza

Le famiglie italiane si stanno preparando a un rientro sui banchi sicuramente diverso dagli anni precedenti. Dopo mesi difficilissimi, trascorsi tra lockdown e ripartenza a seguito della pandemia da SARS-CoV-2, è del tutto normale che facciano capolino ansia e preoccupazioni a ridosso del suono della campanella.

Di fronte all’incertezza e alla complessità del prossimo futuro, questi mesi sono stati attraversati da febbrili consultazioni per prepararsi al meglio e in tutta sicurezza al back to school. Consapevolezza e responsabilità saranno determinanti per vivere una nuova normalità: saremo tutti chiamati a dare il nostro contributo, seguendo con attenzione i consigli degli esperti.

Se il Ministero dell’Istruzione lo scorso 26 giugno ha rilasciato le Linee guida per la ripresa, :”A settembre si torna a scuola in presenza e in sicurezza” queste le parole della Ministra Lucia Azzolina, anche i pediatri di famiglia hanno deciso di intervenire per dare il proprio contributo a sostegno di un ritorno in sicurezza.

Questo impegno ha fatto seguire un documento riportante 8 buone pratiche indirizzato al Ministro della Salute Roberto Speranza e alla Ministra dell’istruzione Lucia Azzolina. Si legge, in particolare, l’invito a misurare la temperatura corporea, prestare attenzione all’igiene delle mani e a non portare giochi da casa né tantomeno permettere lo scambio di materiali tra i bambini.

Tra le strategie assistenziali e organizzative identificate, il Dottor Paolo Biasci – Presidente della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) – ha indicato l’essere in regola con il calendario vaccinale, raccomandando, a partire dai 6 mesi di vita, di sottoporre i propri figli a vaccinazione contro l’influenza stagionale.

PRONTI AL BACK TO SCHOOL?

Un decalogo utile da ricordare è quello a firma degli esperti della Sipps – Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale – per prepararsi al meglio al suono della campanella. Parola d’ordine? Regolarità ed equilibrio.

Impostare la sveglia per riprendere l’attività scolastica;

Andare a letto prima la sera, evitando uso di pc, tablet e televisione;

Seguire una sana alimentazione. 5 pasti al giorno (colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena) secondo i principi della dieta mediterranea. Gli strappi alimentari dell’estate devono diventare un ricordo lontano;

Finire i compiti per le vacanze. È consigliato prepararsi al rientro, alternando giochi a momento di studio per riprendere gradualmente i ritmi giornalieri;

• Cercare di prediligere, quando possibile, un ritorno a scuola senza dover usare eccessivamente la macchina. Una buona alternativa sono i percorsi pedonali condivisi;

Tenere lontane ansie e stress dai bambini mentre programmate gli impegni giornalieri;

Ritagliarsi del tempo, prezioso, per la condivisione delle esperienze vissute durante l’estate. Faranno parte di un bagaglio importante per la crescita;

Scegliere assieme il materiale scolastico come cartella, astucci, penne e quaderni;

Riprendere i contatti con i compagni di scuola per prepararsi assieme in modo sereno e piacevole al rientro a scuola;

Pensare a sport o giochi strutturati che, sulla base delle attitudini del vostro bambino, potranno essere integrati nella routine dell’anno.

 

https://www.miur.gov.it/web/guest/-/scuola-presentate-le-linee-guida-per-settembre

https://www.fimp.pro/covid-19-pediatri-di-famiglia-scuola-ecco-come-ripartire/

https://www.sipps.it. Decalogo SIPPS, Ritorno a scuola.