fbpx

Infanzia

Infanzia

Il vostro bambino soffre di coliche gassose? Ecco cosa fare

Quando arrivano le coliche gassose, mantenere l’equilibrio in famiglia non è proprio un gioco da ragazzi. Ma niente panico nè tantomeno spazio all’ansia! Esistono alcuni pratici consigli che possono aiutarvi a superare quello che altro non è che un momento di passaggio.

Infatti le coliche neonatali tendono a scomparire spontaneamente verso il quarto-sesto mese di vita, dopo essersi presentate all’incirca tra il secondo e terzo mese (mentre sono più rare nel primo). Si manifestano con un pianto inconsolabile nel neonato proprio a significare il forte disagio che purtroppo sta fisiologicamente vivendo; è bene precisare come il pianto non debba essere sempre scambiato come segnale di una colica gassosa in corso essendo questo l’unico mezzo di comunicazione attraverso cui chiedere determinate attenzioni.

Le coliche neonatali sono contraddistinte da meteorismo dovuto all’aumento di aria che transita nell’intestino e a una motilità intestinale non del tutto regolare; il dolore è proprio conseguente al passaggio dell’aria che porta alla distensione della parte dell’intestino. Le cause sono ancora oggetto di dibattito tra gli esperti; molti imputano a un eccesso di gas prodotto dai batteri intestinali, o ingerito nell’intestino, la causa più plausibile da cui deriverebbero: irritabilità, rigonfiamento addominale e rilascio di gas con eruttazione e flatulenza nel neonato.

Dunque… Cosa fare?

Innanzitutto, la mamma dovrebbe prestare particolare attenzione all’alimentazione che sta seguendo, prediligendo alimenti freschi e vari. Questo infatti eviterebbe quel tipo di cibi, come legumi e bibite gasate, che rischiano di far aumentare il problema del meteorismo nel proprio bambino.

Tra le proprie scelte, la mamma potrebbe anche introdurre prodotti naturali, come tisane con estratto di finocchio, in modo da contribuire all’assorbimento dell’aria e quindi alleviare la sofferenza del bambino; inoltre, possono essere indicati per il neonato anche i probiotici perché in grado di favorire l’equilibrio della flora intestinale. Ricordiamo come in questi casi sia fondamentale seguire il consiglio del proprio pediatra o farmacista di fiducia.

Particolare attenzione deve essere riposta nel cercare di favorire l’uscita dell’aria e l’evacuazione, ricorrendo anche alla tecnica del massaggio addominale. Grazie a movimenti circolari partendo dall’ombelico e indirizzandoli verso la periferie della pancia, il neonato trae sollievo perchè il massaggio allevia la tensione a livello dell’addome.

Infine, ecco alcuni pratici consigli da tenere a mente nei momenti più critici:

-Cantare una dolce ninna nanna oppure ricorrere a un suono ripetitivo come quello di un carillon;

Utilizzare un succhietto;

-Verificare che il bambino non abbia fame, senza però alimentarlo troppo in modo forzato

-Cambiare la sua posizione;

-Portarlo in giro per la casa senza però scuoterlo;

-Coccolarlo mentre lo si tiene in braccio.

 

https://www.humanitasalute.it/prima-pagina-ed-eventi/68999-coliche-neonatali-un-aiuto-dal-massaggio-addominale-foto- parere-esperto/

http://www.ospedalebambinogesu.it/coliche-gassose#.XuYc7S1abfY